Scommetto che, se qualcuno ti parla di motore di ricerca, tu pensi subito a Google, vero?

Google è un vero proprio titano tra i search engine, con una percentuale di ricerche eseguite, a seconda del Paese, dal 73% al 95% (e anche nel settore mobile parliamo di percentuali superiori all’81%). Tuttavia, non è detto che Google sia sempre e comunque la soluzione migliore per cercare una risposta alle tue necessità.

Quali sono gli altri motori di ricerca?

Motori-di-ricerca

Ebbene, anche se non sei portato a pensarlo, esistono altri strumenti per la ricerca di informazioni molto utili e provvisti di caratteristiche particolari. E che non si chiamano Google.

Certo, non si tratta di serie minacce alla supremazia di Big G, ma non per questo dobbiamo trascurare questi altri ottimi canali per la ricerca di informazioni.

Specialmente se ci occupiamo di attività di ottimizzazione SEO per Paesi diversi dall’Italia, è tutto fuorché scontato che Google sia il motore di ricerca di riferimento.

Un buon motore di ricerca viene comunemente definito come:

·         provvisto di un’interfaccia intuitiva da utilizzare
·         in grado di fornire risultati utili e attinenti all’intento di ricerca
·         provvisto di diversi generi di filtri in grado di orientare le ricerche verso determinati criteri o elementi (immagini, video, shopping, mappe…)

Possiamo dire che Google assolva egregiamente a questo genere di necessità, ma non per forza che si tratti dell’unico motore di ricerca in grado di farlo.

Quali sono i motori di ricerca più diffusi al mondo?

I migliori motori di ricerca alternativi a Google

Bing

Bing è il tentativo di Microsoft di porsi come concorrente di Google. Fino al 2009 era il motore di ricerca predefinito di MSN. La sua percentuale di utilizzo si attesta intorno al 10%. A livello globale, lo si può ritenere il secondo migliore motore di ricerca a livello globale, nonostante vi sia un grande scarto da Big G.

Bing si pone un po’ come “motore di decisioni di ricerca” siccome offre suggerimenti di argomenti da approfondire a sinistra e in alto (vengono poste in evidenza wiki, suggerimenti visivi, ricerche correlate che possono essere utili a coloro che ricercano informazioni su un dato argomento).

Purtroppo, la scoperta di contenuti in tempo reale non è tanto veloce quanto quella di Google,

Yahoo!  Search

Yahoo si posiziona al quarto posto nella graduatoria dei più diffusi motori di ricerca in una fascia di circa il 4%. Dal 2011 al 2015 le ricerche su Yahoo erano potenziate direttamente da Bing.

Dal 2015 Yahoo fornisce servizi legati alle ricerche e da allora i suoi risultati sono potenziati da Google e da Bing. Yahoo è anche il motore di ricerca per i browser Firefox negli Stati Uniti dal 2014.

Yahoo offre un buon numero di funzioni integrate (email, news, oroscopo, tempo meteorologico, giochi…).

Se la pubblicità ti da troppo fastidio non è il motore di ricerca adatto a te, siccome gli annunci pubblicitari sono molto visibili e non facilmente distinguibili dai risultati comuni.

Dogpile

Vuoi usare contemporaneamente i primi tre motori di ricerca senza aprire troppe finestre sul browser? Dogpile è la soluzione! Puoi consultare i risultati dei tre strumenti in un’unica finestra senza troppi fastidi.

Baidu

Baidu venne fondato in Cina nel 2000, Paese nel quale è il più popolare motore di ricerca.

La sua quota di ricerche è in continua crescita e serve miliardi di ricerche per mese.

Yandex.ru

Yandex.ru è tra i 30 siti più popolari al mondo e tra i primi 5 in Russia (dove detiene il 65% delle ricerche). Difatti è il primo motore di ricerca in Russia e tappa obbligata per chi si occupa di ottimizzazione per i motori di ricerca in questo Paese.

Boardreader

Hai bisogno di esplorare informazioni che vanno oltre i consueti siti web?

Boardreader esplora il web alla ricerca di forum, siti di messaggi e contenuti di Reddit per portare alla luce informazioni meno facilmente rinvenibili su Google, ordinandoli per data e per lingua.

DuckDuckGo

DuckDuckGo si pone come il motore di ricerca ideale per preservare la propria privacy.

Sebbene Google metta a disposizione svariate opzioni per limitare la propria capacità di profilare vi è opinione diffusa che, in qualche modo, i nostri dati privati siano sempre in pericolo.

DuckDuckGo non memorizza informazioni sul comportamento degli utenti e riesce a svolgere le ricerche molto velocemente.

Tuttavia, da un certo punto di vista l’eccessivo scrupolo in fatto di privacy si rivela essere anche uno svantaggio. Non è possibile infatti personalizzare i risultati di ricerca in base alle proprie preferenze (come sappiamo, i contenuti che appaiono sulle serp vengono presentati in base a fattori connessi alla propria navigazione precedente) e i risultati in fatto di immagini non sono all’altezza di quelle di Google.

Questo motore di ricerca offre comunque varie funzionalità aggiuntive: mette a disposizione una funzione di disambiguazione (per chiarificare il senso delle tue ricerche), offre risposte alle ricerche di informazioni direttamente in prima pagina, ha un’interfaccia molto spartana e presenta molto meno risultati spam rispetto a quelli di Google.

Ecosia

Ecosia è un’alternativa a Google che pone l’accento sull’attenzione per l’ambiente. Ti piacerebbe contribuire a ripiantare gli alberi semplicemente svolgendo le ricerche?

Ecosia funziona proprio così: devi soltanto cercare quanto ti serve e con la tua attività sosterrai le organizzazioni naturalistiche incaricate di ripiantare gli alberi.

Pensi che in questo scambio tu ci rimetterai in fatto di qualità delle ricerche? Niente affatto, il motore di ricerca si avvale anche di Bing e questo garantisce la qualità dei risultati a tua disposizione.

Internet Archive

Internet Archive si può definire come un motore di ricerca di siti web. Hai bisogno di rintracciare un vecchio sito web che ti aveva conquistato dieci anni fa? Vuoi confrontare il sito del tuo cliente con quello di un concorrente oggi scomparso dalle serp? Vuoi vedere come è cambiato un portale nel corso degli anni un sito oggi irrintracciabile?

Ecco, Internet Archive svolge l’opera encomiabile di raccogliere le varie versioni di siti web e di metterlo a disposizione di tutti, gratuitamente.

Puoi rintracciare siti web, news, immagini, e molto altro, con grande felicità di chi effettua ricerche storiche e ha bisogno di informazioni risalente a decenni or sono.

Slideshare

Sei in cerca di qualche presentazione professionale per studiare un determinato argomento? Slideshare è la piattaforma che fa al caso tuo. Attraverso il motore di ricerca puoi individuare i materiali dei tuoi professionisti preferiti, ad esempio le slide utilizzate a certi convegni, per approfondire i temi che ti interessano in tutta libertà.

Motore di ricerca di Facebook

Se passi gran parte del tuo tempo su Google o su Facebook, puoi avvalerti delle funzioni del secondo per sostituire, almeno in parte, il primo.

Nella barra di ricerca di Facebook puoi digitare il termine sul quale vuoi ottenere informazioni e cliccare in basso su “Altri risultati”.

In questo modo puoi individuare contenuti come post, persone, pagine, gruppi, luoghi e altro ancora.

Motore di ricerca di LinkedIn

Anche LinkedIn, se vogliamo, può essere considerato un motore di ricerca di tutto rispetto, se parliamo di persone e di competenze lavorative.

Dalla voce “Advanced People Search” puoi individuare connessioni interessanti in base a grado di relazioni e lingua. I membri Pro possono applicare criteri aggiuntivi come anni di esperienza, fascia di dimensione aziendale ecc.

Dalla voce “Advanced Job Search” è possibile trovare occasioni di lavoro in base a livello di esperienza e settore desiderate.

Google Scholar

Bé, sì, avevamo promesso di non parlare di Google, ma questo caso merita un’eccezione.

Google Scholar  è una versione alternativa di Google specializzata nella ricerca di materiali scientifici altrimenti di difficile reperibilità.

Possiamo rinvenire tesi di laurea, giudizi di corte legali, pubblicazioni accademiche,  resoconti di ricerche mediche, documenti politici, materiali di interesse settoriale che di certo possono renderti più edotto di chi consulta solamente fonti generaliste.

Webopedia

Webopedia è una risorsa web destinata a catalogare terminologie di tecnologie di ricerca e definizioni informatiche. Se vuoi diventare un esperto in fatto di concetti legati al  mondo dei computer, questo è il motore di ricerca che fa al caso tuo!

Blekko

Sei stanco di quei siti che sono colmi di pubblicità ma che nonostante ciò si posizionano bene su Google? Blekko ha una marcia in più nel promuovere la qualità delle fonti a discapito della notorietà fornita dai link, esclude i siti che monetizzano a discapito della qualità.

Vengono inoltre applicati dei tag da parte di utenti umani per assicurare una maggiore rispondenza alle esigenze degli utenti.

Questi sono soltanto alcuni dei principali motori di ricerca alternativi a Google che ti consiglio di provare. I tuoi preferiti quali sono? Parliamone qua sotto!