Forse in precedenza hai provato a cercare libri su Google Books, senza trovare però materiali abbastanza approfonditi per tue esigenze di studio e di documentazione. Magari hai bisogno di tesi, libri, recensioni, ma ti servirebbe un motore di ricerca più specializzato in questo genere di materiali rispetto al solito Google. La soluzione è Google Scholar.

Google Scholar è un motore di ricerca che permette di individuare pubblicazioni accademiche come:

  • tesi di laurea e dottorato
  • prestampe
  • citazioni
  • brevetti
  • sommari
  • libri
  • abstract
  • articoli di case editrici accademiche
  • recensioni
  • rapporti tecnici

sia in formato cartaceo che digitale.

Google Scholar è un motore di ricerca basato sull’istruzione che aiuta universitari e ricercatori di tutto il mondo a trovare informazioni da riviste specializzate e testi di letteratura. Lo strumento permette di ottenere copie dei materiali fisiche o digitali anche se appartengono a biblioteche online. Se un contenuto è liberamente consultabile nel web, infatti, compariranno i relativi collegamenti per consultarlo.

Guida a Google Scholar

Grazie a questo motore di ricerca si possono trovare contenuti di qualità utili per materiali di documentazione accademica, ad esempio a scopo di preparazione per le tesi di laurea.

Si tratta di un servizio di ricerca pensato per la scuola, per ricercatori e studiosi con una qualità comparabile all’efficienza di Google nell’individuare e restituire contenuti.

Questa piattaforma permette di individuare materiali scientifici e professionali di varie case editrici, che altrimenti sarebbero molto difficili da individuare nella vasta galassia di contenuti distribuiti nel web. Grazie a Google Scholar editori, studiosi, accademici e laureandi possono trovare contenuti approfonditi per documentarsi, e gli autori dei materiali possono tenere traccia delle citazioni dei quali vengono onorati.

Il motto è “Sali sulle spalle dei giganti”; un’espressione utilizzata da Newton e da vari studiosi per intendere che la portata delle nostre scoperte aumenta al crescere delle conoscenze sulle quali possiamo basarci. Da questo punto di vista, Scholar è un’ottima scala sulla quale salire per ampliare i propri orizzonti.

Il servizio è stato lanciato nel 2004 per indicizzare la maggior parte delle pubblicazioni accademiche. Nel 2011 Google Scholar ha introdotto il 10-Index, la classificazione delle pubblicazioni accademiche che hanno ricevuto almeno 10 citazioni.

A cosa serve Google Scholar

Google Scholar è un’estensione di Google che indicizza numerosi materiali provenienti da università e casi editrici in ambito scientifico.

Google Scholar permette di:

  • memorizzare i documenti nella biblioteca personale
  • aggiungere note bibliografiche
  • pubblicare testi legati al proprio profilo
  • ricevere alert via mail su aggiornamenti sullo stesso argomento
  • consultare gli articoli classici
  • personalizzare in base a criteri come data, tempo, rilevanza, ecc.

Google Scholar viene incontro alle esigenze degli studenti che hanno la necessità di integrare le proprie conoscenze con materiali scientifici di prim’ordine.

Google Scholar permette di individuare copie fisiche o digitali di contenuti scientifici anche se appartengono a biblioteche online: se gli articoli sono liberamente consultabili nel web, i collegamenti vengono mostrati, altrimenti non sono presenti.

Google Scholar permette di ricercare:

  • libri
  • manuali
  • riassunti
  • testi scolastici
  • tesi di dottorato
  • abstract

Gli editori presenti su Google Scholar inoltre possono verificare quanto i loro materiali vengono menzionati da altri.

google-scholar

Come funziona Google Scholar

Google Scholar funziona come una qualsiasi versione di Google: occorre soltanto inserire i termini di ricerca e sfogliare tra i risultati per trovare quelli che fanno al caso tuo.

I risultati vengono forniti in ordine di pertinenza: sotto il titolo di ogni articolo compaiono i riferimenti all’autore, alla casa editrice e alla data di pubblicazione. Se cerchi dei termini con precisione puoi racchiudere i termini tra gli apici “” per individuare le parole esattamente come le hai digitate.

Dalla barra di ricerca di Google Scholar puoi effettuare ricerche per parole chiave, nome autore e dell’articolo, a seconda delle informazioni di cui disponi.

In Google Scholar, puoi scegliere di eseguire una ricerca soltanto in italiano oppure in tutte le lingue.

Dalla voce “Il mio profilo” puoi accedere alle tue ricerche personalizzate.

Ne “La mia biblioteca” puoi accedere a una serie di articoli che puoi salvare al fine di consultarli in seguito: cliccando sull’icona a forma di stella puoi memorizzarlo per leggerlo più tardi, mantenendolo in memoria all’interno della tua biblioteca.

Dalla voce “Avvisi” puoi attivare un servizio di alert che ti informa della pubblicazione di nuove fonti attinenti agli argomenti che ti interessano, da consultare quando ne hai la necessità.

Dalla voce “Metriche” puoi accedere a una serie di pubblicazioni riguardanti varie categorie.

Dalla voce “Impostazioni” puoi selezionare:

  • il numero di risultati che devono apparire per pagina
  • se aprire o meno i risultati in una nuova pagina
  • se mostrare o meno link delle biblioteche originali

Puoi aggiungere inoltre un pulsante “Scholar” per attivare la ricerca automatica dei documenti su questo motore di ricerca scientifico mentre navighi con il browser Google Chrome.

Il sistema “Google Scholar Citations” consente agli autori delle pubblicazioni di tenere traccia della citazioni dei propri articoli. Questa funzione permette di sapere chi cita le pubblicazioni e calcolare delle metriche relative alla notorietà delle proprie citazioni. L’elenco degli articoli può essere aggiornato autonomamente oppure in modo automatico.

Come creare un profilo su Google Scholar

  1. Devi accedere con un profilo Google
  2. svolgere la registrazione del modulo di Citations e compilare i campi relativi alle proprie attività
  3. aggiungere dalla voce “Aggiungi tutti gli articoli” tutti quelli che compaiono relativi alle tue attività
  4. scegliere se far aggiornare i tuoi dati in maniera automatica oppure scegliendo uno per uno quale apportare

Google Scholar è una piattaforma molto utile per trovare materiali adatti allo studio avanzato e specialistico. E tu che cosa ne pensi? Parliamone qua sotto!