Probabilmente se devi pensare a una piattaforma per l’analisi dei dati dei siti web, la tua prima scelta sarà Google Search Console. Tuttavia esiste un’alternativa altrettanto valida per accedere e interpretare le informazioni relative ai portali e di diagnosticare eventuali problemi: si tratta di Bing Webmaster Tool.

Cos’è Bing Webmaster Tool?

Bing Webmaster Tool sta a Bing come Search Console sta a Google. Si tratta di una potente e versatile piattaforma in grado di fornire informazioni di prima mano fornite dal motore di ricerca Bing sull’ottimizzazione per siti web.

Questa piattaforma permette di avere una panoramica precisa dello stato di salute e dell’ottimizzazione del sito web.

Come autenticarsi a Bing Webmaster Tool?

Per attivare il proprio account occorre accedere con il proprio account Microsoft all’indirizzo https://www.bing.com/toolbox/webmaster.

Al momento dell’accesso occorre compilare una scheda con tutti i dati del gestore del sito.

Come per Search Console bisogna provvedere a verificare la proprietà del sito attraverso:

  • inserire un file XML nel server
  • aggiungere un record CNAME nella gestione DNS del dominio
  • autenticazione attraverso plugin Yoast SEO con il quale si può inserire il codice di autenticazione direttamente dalla sua interfaccia
  • inserire un tag HTML con il codice di autenticazione nella sezione <head> della Home Page

La Dashboard di Bing Webmaster Tool

La Dashboard è il pannello di controllo che restituisce le informazioni principali sull’ottimizzazione del sito in questione.

Per i siti preesistenti è possibile che la suite restituisca direttamente le informazioni già in suo possesso, per i portali più recenti occorrerà attendere che il bot di Bing termini la scansione di tutte le pagine.

Nella dashboard possiamo attingere a diverse informazioni:

  • Attività sito: il riepilogo complessivo di tutti i dati più importanti in relazione al periodo selezionato
  • Sitemap: il riepilogo delle sitemap sottoposte a scansione
  • Cerca parole chiave: riepiloga le keyword per le quali si sono ottenute delle visite tramite ricerche su Bing
  • Collegamenti in entrata: riepilogo i link da altri siti con il numero di backlink rilevati da Bing
Guida a Bing Webmaster Tool

Configura sito

Da questa schermata possiamo impostare il collegamento di numerose funzioni della suite.

Sitemap

Permette di sottoporre la sitemap a Bing, di visualizzare quelle ricevute e di effettuare delle ricerche a partire dalle informazioni recepite.

Invia URL

Permette di sottoporre per la scansione delle singole URL anziché il complesso di tutti gli elementi del sito web. Può essere utile per fare indicizzare rapidamente uno specifico elemento, ad esempio una nuova pagina oppure una modificata.

Si possono inviare non oltre 50 elementi al mese con un massimo di 10 al giorno.

Vengono riepilogate le URL inviate manualmente per l’indicizzazione con la relativa data.

Ignora parametri URL

Permette di specificare certi parametri nelle URL che Bing deve ignorare per procedere a una corretta indicizzazione.

Questa funzione permette di:

  • evitare ridondanze che possono portare a indicizzazioni di contenuti ridondanti
  • ridurre il consumo non ottimale di crawler da parte di Bing
  • specificare il valore di URL che deve essere associato alla risorsa in questione
bing-tool

Controllo della ricerca per indicizzazione

Specifica la regolarità con cui Bing procede con la scansione dei contenuti del sito. Questo valore può essere modificato per accelerare la frequenza con cui gli elementi vengono indicizzati. Ad esempio, si può impostare il bot affinché visiti il sito nei momenti di scarsa attività per non rallentare la navigazione. In ogni caso, per assicurarsi che tali indicazioni vengano rispettate, è meglio fare riferimento direttamente al file robots.txt.

Collegamenti diretti

Questa funzione permette di inibire la visualizzazione di un URL come contenuto diretto nelle serp di Bing: in questo modo possiamo impedire che tra i risultati di ricerca appaia uno specifico URL che per qualche ragione non vogliamo che venga considerato. Il blocco dura 90 giorni e la durata può essere prorogata. Tale blocco può essere anche impostato per essere valido in una determinata area geografica.

Blocca URL

Questa funzione inibisce la visualizzazione di un URL nelle serp di Bing. Il blocco è valido per 90 giorni e se il contenuto è ancora accessibile (codice di stato 200) tornerà a essere visualizzato. In ogni caso, 8 giorni prima che il blocco venga meno potremo scegliere se riconfigurarlo o meno. In ogni caso il numero di blocchi che possiamo impostare non è illimitato.

Anteprima pagina

La piattaforma ci fornisce un’anteprima di come apparirà la pagina sui motori di ricerca. Lo strumento permette di bloccare un’anteprima che non ci aggrada per rimuoverla dai motori di ricerca e per richiedere un suo aggiornamento.

Rimuovi consenso dai collegamenti

Permette di sottoporre a Bing Webmaster Tool uno o una lista di elementi con link verso il nostro sito che riteniamo sospetti o potenzialmente pericolosi. In pratica è il corrispondente del Disavow Tool di Google Search Console.

La piattaforma ci permette di impostare se vogliamo applicare il “ban” a un interno intero dominio o a una singola risorsa: dall’apposita finestra ci basta indicare gli URL e premere su “Rimuovi consenso”.

Targeting Geografico

Permette di impostare l’ambito geografico che compete al sito oppure a un suo singolo elemento. In questo modo si può fornire a Bing delle informazioni aggiuntive per cercare di influire sul mondo con il quale verranno presentati sul motore di ricerca.

Utenti

Permette di indicare la mail di contatto per fornire le autorizzazione di accesso e modifica ai dati presenti in Bing Webmaster Tool.

Pagine connesse

Permette di indicare alla piattaforma altri generi di presenze virtuali che riteniamo importanti per rendere più rilevante il nostro profilo: pagine app, profili social, video ecc.

Report e Dati

Questa sezione offre un gran numero di informazioni che illustrano lo stato di ottimizzazione del sito web.

bing-tool

Traffico pagina

Offre informazioni sul rendimento delle singole pagine sulle serp di Bing. Possiamo analizzare li click ricevuti, la posizione media conseguita, la posizione in cui la pagina viene visualizzata dalle persone.

Conformità della pagina ai dispositivi mobili

Ci fornisce delle informazioni apportanti per rendere la nostra pagina meglio visualizzabile dai motori di ricerca. La piattaforma predispone una serie di scansione a cicli regolari per estrarre una panoramica sull’efficacia di visualizzazione sui dispositivi mobili.

Cerca parole chiave

Indica le parole chiave per le quali il nostro sito riesce a ottenere delle visite organiche.

Queste keyword rivelano gli argomenti per i quali il nostro sito viene percepito come autorevole e che riescono attivamente a ottenere dei click.

Esplora indice

Spiega quali sezioni del nostro sito sono state scansionate dal Bingbot e ci indica i codici di risposta che ne risultano. Ad esempio, possiamo filtrare i risultati per evidenziare le risorse che restituiscono le pagine con Status Code 404 e quelle che non vengono indicizzate per comprendere quali elementi non rendono quanto previsto.

Collegamenti in entrata

Indica i backlink verso il sito che sono stati indicizzati. Possiamo individuare i collegamenti che rimandano a una determinata pagina e gli anchor text che vengono utilizzati per linkare.

Possiamo anche esportare i dati risultati in formato CVS per condividerli a nostro piacimento.

Report SEO

Fornisce delle informazioni specifiche su ambiti di ottimizzazione SEO sui quali si può lavorare per migliorare i risultati del nostro sito web. Tramite questa funzione possiamo ottenere suggerimenti pratici su come migliorare l’ottimizzazione SEO di specifiche pagine già presente in archivio.

Security

Fornisce delle informazioni accurate sui problemi che possono verificarsi come:

  • errori a livello di DNS
  • mancata indicizzazione per istruzioni da file Robots.txt
  • codici HTTP di errore
  • infezioni di malware
  • problemi di connessione

Strumenti e diagnostica

Questa sezione mette a disposizione una serie di strumenti specifici per osservare il rendimento del sito web e lo stato di efficacia dell’ottimizzazione SEO.

Possiamo:

  • volumi di ricerca per particolari parole chiave
  • verificare la visualizzazione di una risorsa tramite Bingbot
  • verificare la correttezza del markup di una pagina
  • analizzare le pagine per appurare se necessitano di eventuali interventi di ottimizzazione SEO

Spostamento sito

Serve a segnalare quando spostiamo una risorsa o l’intero sito da un percorso a un altro.

In fondo alla schermata possiamo trovare i riferimenti ad altri servizi specifici di Bing ai quali possiamo appoggiarci qualora ne avessimo l’esigenza come Bing Places, Bing News Pubhub e le Bing Solutions.

Queste sono le principali funzioni della piattaforma di Bing per l’analisi dei dati dei siti web.

E tu che cosa ne pensi? Parliamone qua sotto!