Ormai è assodato da molto tempo che la Lead Generation è uno dei pilastri fondamentali per il Business; lo era in passato, quando ancora non si era sviluppato il mercato online e lo è diventato ancora di più dal boom del web-marketing.

Ma sapete esattamente come sfruttare i vostri contatti nel modo più vantaggioso per la vostra impresa?

In questo articolo vi descriverò come utilizzare l’attività di Lead Generation grazie a Telegram e come gestire il vostro canale attraverso tanti piccoli accorgimenti che vi faciliteranno il lavoro.

Cosa è un canale Telegram

Innanzitutto credo che sia doveroso spiegare cosa differenzia un canale Telegram da un gruppo.

In un gruppo Telegram viene data la possibilità a tutti gli iscritti di mandare messaggi e di interagire tra loro, inoltre tutti hanno accesso alla lista delle persone iscritte.

Nel canale Telegram invece soltanto gli amministratori avranno la possibilità di mandare messaggi e di vedere gli iscritti.

Proprio per queste sue caratteristiche, i canali Telegram sono molto utili alle aziende per pubblicizzare offerte, articoli del blog, approfondire certi argomenti, informare i clienti di eventuali novità e quanto altro ritenete utile per la vostra attività di Lead Nurturing.

Perché creare un canale Telegram per sfruttare la Lead Generation

La maggior parte dei metodi che sfruttano i dati raccolti dall’attività di Lead Generation si basa su attività, a parer mio, troppo invasive (mail, telefonate, ecc.).

Personalmente, ad esempio, non sono mai stato un amante del Mail Marketing; forse perché, da utente, cancello il 99% delle mail pubblicitarie che mi arrivano sul cellulare, senza però richiedere la cancellazione dalla lista.

Allo stesso modo, sono molto restio a rispondere a telefonate pubblicitarie, cercando sempre di chiudere la telefonata il prima possibile.

Così come lo faccio io, sicuramente lo faranno anche altri utenti; andando a falsare notevolmente i dati in vostro possesso.

Siete proprio sicuri che tutti le persone iscritte nella vostra lista siano effettivamente contatti caldi o tiepidi?

Creando invece un canale Telegram, riuscirete a gestire tutte queste criticità grazie a pochissimi clic.

Attraverso una serie di azioni specifiche infatti, avrete modo di vedere in tempo reale tutto quello che succede all’interno della vostra lista contatti.

In questo modo potrete raddrizzare il tiro tempestivamente evitando così uno spreco di risorse per la vostra azienda.

I vantaggi di utilizzare un canale Telegram per il web marketing

I vantaggi di utilizzare un canale Telegram sono veramente tanti.

Innanzitutto è gratis!

Non dovrete acquistare pacchetti in abbonamento o software costosi che gestiranno la vostra lista contatti

Le persone si iscriveranno direttamente al canale e da lì potrete iniziare la vostra attività di Lead Nurturing per mantenere il contatto con loro e fidelizzarle sempre di più.

Avrete a che fare principalmente con contatti tiepidi, se non addirittura caldi; questo perché a volte (e capita molto più spesso di quanto pensiate), chi compila un form, lasciando i propri dati, lo fa con superficialità e magari è totalmente disinteressato alla materia principale della vostra attività.

In questo caso invece, una persona disinteressata difficilmente si iscriverà al vostro canale e se lo farà dopo pochissimo tempo potranno uscire semplicemente con un clic.

Le persone che restano sono invece persone alle quali la vostra attività interessa o potrebbe interessare a breve; ed è su di loro che andrete a concentrare i vostri sforzi!

Proprio per questo, differentemente dagli altri metodi di raccolta contatti, avrete la possibilità di sapere in tempo reale quante sono effettivamente le persone interessate a voi.

Un altro vantaggio fondamentale è legato alla privacy, non avrete alcun problema a riguardo, in quanto gli iscritti non condivideranno con voi nessun dato personale, come ad esempio nomi reali, numeri di telefono o email; vedrete soltanto il loro nickname e l’immagine del profilo.

Lead Generation mirata al canale Telegram

Ma quali sono i metodi da utilizzare per far sì che la gente si iscriva al nostro canale?

Personalmente utilizzo moltissimo le Ads su Facebook: pubblicizzando il link del vostro canale farete in modo che le persone si iscrivano direttamente, senza dover passare per form da compilare o pagine web, con il rischio che si perdano per strada.

Oppure attraverso specifiche Call to Action sul vostro sito o sul vostro blog, invitando i lettori ad iscriversi al vostro canale per essere avvisate in tempo reale di nuovi contenuti quali ad esempio articoli, offerte e promozioni, ecc.

Ma ci sono anche altri modi per generare contatti!

Come aumentare il numero di iscritti al vostro canale direttamente su Telegram

I canali Telegram possono contare su altre metodologie di Lead Generation più o meno gratuite che solitamente non è possibile utilizzare.

Aumentare gli iscritti attraverso la funzione “cerca” di Telegram

Ad esempio, sfruttando la funzione “cerca” di Telegram, le persone potranno trovarvi nel caso in cui nel titolo del vostro canale abbiate inserito determinate keywords

Non fate l’errore di nominare il titolo del canale soltanto con il nome della vostra azienda, aggiungete altre informazioni utili, così potranno trovarvi anche se non stanno cercando direttamente voi!

Le sponsorizzazioni su Telegram: cosa sono, come farle e come evitare le truffe

Un altro metodo è quello di sponsorizzare il proprio canale sui canali Telegram di altre aziende o persone.

In che modo?

Ci sono tre possibilità; ma vi dico subito che la seconda è quella che io ho sempre evitato, concentrandomi sulle prime due, e capirete il motivo:

Potete contattare direttamente il proprietario di un altro canale e chiedergli se vuole fare uno scambio reciproco di sponsorizzazioni, se accetta lui invierà un messaggio sul suo canale informando gli iscritti dell’esistenza del vostro e voi farete altrettanto.

Personalmente vi consiglio di scrivere voi stessi il messaggio che dovrà mandare e non lasciar fare agli altri; chi meglio di voi può descrivere il vostro canale?

Il secondo modo per aumentare il numero di iscritti al vostro canale Telegram è quello di acquistare la sponsorizzazione su altri canali.

Ci sono persone che sono in possesso di canali con un numero di iscritti elevatissimo e vi proporranno, pagando, di sponsorizzare il vostro canale.

Di solito queste persone contattano i proprietari di canali nuovi, con pochissimi iscritti, i quali, allettati dalla possibilità di essere visibili a tantissime persone, accettano.

Ma, come vi ho anticipato, personalmente non ho mai fatto uso di questa modalità di sponsorizzazione, innanzitutto perché sono contrario ad una attività di questo tipo; inoltre c’è il grosso rischio di essere truffati.

Questo perché il costo che può avere una sponsorizzazione si basa sul numero di iscritti del canale dove questa avverrà.

Purtroppo, come spesso accade anche su altre piattaforme o social, è possibile far lievitare il numero di follower attraverso tecniche non proprio corrette.

Con il rischio che vi ritroverete ad essere sponsorizzati su un canale vuoto pensando di essere visibili a migliaia di persone.

Le liste sponsor: un metodo gratuito e funzionante di generare contatti su Telegram

Infine, un altro metodo molto performante per generare contatti è quello di utilizzare le liste di sponsorizzazione.

Come funzionano?

Esistono dei gruppi su Telegram dove si riuniscono i proprietari di vari canali che desiderano essere sponsorizzati.

Attraverso l’utilizzo di determinati BOT vengono create delle liste che verranno pubblicate automaticamente su tutti i canali dei partecipanti per 24 ore.

Ciò comporta che il vostro canale sarà visibile all’interno di queste liste, per 24 ore, su tutti i canali partecipanti.

Vi faccio un esempio pratico:

le liste funzionano a fasce di iscritti (da 0 a 500 iscritti, da 500 a 1000 e cosi via) ed ogni lista può contenere al massimo 30 canali.

Se siete nella prima fascia e ipotizziamo che ogni lista ha in media 300 iscritti; significa che il vostro canale sarà visibile per 24 ore a circa 9.000 persone!

Immaginate lo stesso ragionamento nella fascia dedicata ai canali con 10.000/20.000 iscritti…

Quanta pubblicità gratuita vi farete in questo modo?

Utilizzare i BOT per semplificarvi l’attività su Telegram

Un altro argomento molto interessante, che potrà essere in seguito oggetto di ulteriore approfondimento, è quello riguardante i BOT.

I BOT sono piccoli programmini che consentono di gestire il proprio canale Telegram, come ad esempio la programmazione dei post da inviare, la possibilità di formattare il testo in html, la possibilità di creare una chat parallela anonima dove gli iscritti possono contattarvi in privato e così via.

Se siete in contatto con un programmatore potrete anche farvi realizzare dei BOT personalizzati appositamente per il vostro canale.

Ci sono infatti infinite possibilità nel loro utilizzo!

Tutto questo vi sarà notevolmente utile per risparmiare tempo e programmare le vostre attività.

Come Analizzare i dati del vostro canale Telegram

All’inizio dell’articolo vi avevo anticipato che con Telegram potrete monitorare in tempo reale l’andamento del vostro canale.

Questo è possibile grazie al nuovo sistema di statistiche visualizzabili direttamente sul canale.

Potrete infatti analizzare una quantità incredibile di dati: l’andamento delle iscrizioni, da dove provengono le iscrizioni, entrate ed uscite giornaliere dal gruppo e così via!

Sono tutte informazioni importantissime che vi faranno rendere conto di come vi state muovendo nella gestione del vostro canale e, se necessario, intervenire tempestivamente per evitare problemi.

Per farvi un esempio della tipologia di dati da analizzare, riporto di seguito l’andamento delle iscrizioni su un mio canale Telegram degli ultimi 6 mesi.

I cinque periodi in cui si registrano aumenti ingenti di iscritti sono quelli in cui ho attivato le pubblicità su Facebook; negli altri casi invece gli aumenti derivano principalmente dal traffico organico sul mio sito internet (dove sono presenti tantissime Call to Action che reindirizzano su canale Telegram) e dalle liste di sponsorizzazione.

Ma le statistiche non si fermano qui, sono veramente tantissime e non è detto che in seguito parlerò di questo aspetto più nel dettaglio.

Vale la pena aprire un canale Telegram?

Pensateci, queste sono attività che potete fare lo stesso sfruttando i vostri contatti in modo diverso?

Con il Mail Marketing o altri sistemi di Lead Nurturing avete un feedback in tempo reale sul vostro operato come quello che riuscireste ad ottenere con Telegram?

A voi l’ardua sentenza…

Alessio-Meloni-consulente-Telegram
Articolo a cura di Alessio Meloni consulente Telegram

Iscriviti al canale Youtube dove ricevi GRATIS i nostri consigli

 

Grazie per esserti registrato al nostro canale Youtube