Facebook è un ottimo strumento per passare il tempo (anche troppo! ma per noi advertiser è un bene) e un canale diffuso a livello capillare per mantenersi in contatto con persone con i quali si condividono le stesse passioni. Per molti altri, Facebook è un vero e proprio mezzo dove promuovere la propria attività lavorativa. Nello specifico, il gruppo facebook è uno strumento da tenere sotto controllo: è una grande opportunità per guadagnare.

Purtroppo la visibilità organica dei contenuti delle pagine aziendali su Facebook è in continuo calo, ma non per questo dobbiamo pensare che i vantaggi che il social network di Zuckerberg ci riserva si siano esauriti. Certo, il modo più diretto che ti viene in mente per monetizzare con Facebook è la possibilità di realizzare annunci pubblicitari sponsorizzati dalla propria pagina aziendale per intercettare potenziali clienti in linea con le proprie esigenze, ma le strategie per fare soldi non si esauriscono qui.

guadagnare-gruppo-facebook

Cosa sono i gruppi Facebook e perché crearne uno

I gruppi Facebook offrono delle opportunità molto interessanti per entrare in contatto con i propri follower e generare un’identità di marca piuttosto solida presso il proprio pubblico.

Dobbiamo considerare che una larga fetta dei nostri contatti ha un profilo personale su Facebook e con tutta probabilità lo utilizza assiduamente: i gruppi sono le piazze virtuali dove con maggiore frequenza le persone interagiscono per scambiarsi informazioni e opinioni su professioni e passioni in comune.

Frequentare i gruppi su Facebook permette alle aziende di entrare in contatto con i propri potenziali sostenitori, di sondarne i gusti e le opinioni, di restare aggiornati su news di interesse, di sottoporre proposte in anteprima e di ottenere riscontri precisi in merito alle iniziative aziendale.

Come creare un gruppo facebook

Una volta collegato all’indirizzo https://www.facebook.com/groups/ puoi:

  • dare al tuo gruppo un nome che faccia risaltare immediatamente l’identità comune dei suoi membri (es. “Amanti della matriciana fatta bene”)
  • scegliere se rendere il tuo gruppo Pubblico (visibile in ogni suo contenuto), Privato (visibile nei contenuti soltanto per i membri), Segreto (accessibile soltanto per invito)
  • definire le regole di comportamento che vuoi i tuoi iscritti rispettino per assecondare un comportamento civile e il rispetto dei diritti e delle opinioni di tutti. Una netiquette posta in primo piano e un severo controllo da parte degli amministratori suggerisce un’attenzione palpabile alla qualità dei contenuti e alla serietà del brand al quale il gruppo è associato.
  • scegliere gli utenti che desideri aggiungere a questo gruppo (attenzione: assicurati di scegliere soltanto persone con le quali hai un buon rapporto e che reputi davvero interessate all’argomento del tuo gruppo. Aggiungere persone a caso soltanto per fare numero è il modo migliore per apparire odiosi, inopportuni e decretare la morte del gruppo con persone non in target).

Anche nel gruppo contenuti di qualità

Se vuoi davvero guadagnare attraverso un gruppo Facebook gestito da te in prima persona devi assicurarti che esso risponda a severi criteri di qualità. Non devono essere presenti contenuti fuori contesto, link spam posti da utenti non realmente interessati all’argomento del gruppo che abbassino il valore del gruppo. Una buona norma può consistere nell’abilitare la regola per approvare i post dopo averne presa visione per avallare soltanto pubblicazioni apprezzabili.

Tuttavia scolarizzare l’utente è sicuramente la strada migliore da percorrere.

Come guadagnare con Facebook

I gruppi Facebook dovrebbero essere visti come dei piccoli “ecosistemi” popolati da persone accomunati da fattori in comune, vuoi una passione vissuta in maniera molto intensa (fan di serie TV, amanti della grafica 3D, appassionati di pittura…), vuoi professionisti di uno stesso settore.

All’interno di questi gruppi, che possono essere gestiti come

  • Pubblici: chiunque può iscriversi e visualizzare i contenuti
  • Privati: soltanto chi è autorizzato può iscriversi e visualizzare i contenuti
  • Segreti: non è possibile vederne l’esistenza se non si è espressamente invitati

Poiché si tratta di realtà contraddistinte da un fattore comune a tutti i suoi membri e che, a differenza di radio e televisione, riservano contenuti soltanto ai propri iscritti e non a un pubblico generalista, sono strumenti vantaggiosi per aumentare la visibilità di marca rispetto a un segmento di pubblico sensibile rispetto ai propri argomenti.

Un gruppo Facebook è una soluzione molto vantaggiosa per aziende e freelance

Infatti tramite il gruppo facebook si potranno:

  • creare community dove stringere dei legami duraturi con la propria audience
  • individuare se vi è interesse riguardo agli argomenti su cui vertono i tuoi beni e servizi
  • creare delle conversazioni targetizzate con il proprio pubblico
  • ottenere dati diretti sul sentiment online che il tuo pubblico nutre per il tuo brand
  • offrire dei contenuti selezionati ai follower più affezionati
  • interagire con i clienti in maniera diretta e offrire un valore percepito molto alto

Nei gruppi puoi ad esempio segnalare un prodotto e una promozione riservata in esclusiva a un certo tipo di persone (ad esempio, tutti coloro che sono iscritti al gruppo oppure che commentano un post con un qualche tipo di contenuto). In questo modo, oltre a stimolare partecipazione sui tuoi contenuti, stimoli l’engagement attorno ai tuoi post rendendoli più visibili e favorendone l’emergere rispetto agli altri elementi.

Anche se Facebook nasce prima di tutto per stringere relazioni, non significa che la piattaforma non sia indicata per vendere direttamente prodotti e servizi. Se hai delle “aree” popolate da persone interessate a messaggi commerciali (pensiamo magari ai webmaster che sono interessati alle offerte convenienti degli hosting), puoi ovviamente portare gli iscritti a conoscenza di occasioni vantaggiose per le loro esigenze.

guadagnare-gruppofacebook

Vendere su Facebook? I gruppi possono aiutarti

Esistono molti gruppi Facebook indicati per vendere (i “mercatini” virtuali, i gruppi rivolti agli abitanti delle città, le community “te lo regalo se vieni a prenderlo”, i circoli dei collezionisti di rarità, i gruppi di scambio dei libri usati…) che nascono proprio per agevolare la compravendita.

Con il comando di ricerca di Facebook puoi individuare facilmente i gruppi dedicati a tale attività e partecipare con annunci attinenti per vendere con facilità attraverso Facebook.

Nei gruppi attinenti al tuo settore puoi trovare persone accomunate dai tuoi stessi interessi e che possono essere interessate a seguirti nella tua pagina aziendale, il canale privilegiato per condividere aggiornamenti sui tuoi prodotti e servizi. Puoi ottenere così contatti molto più selezionati e senza abbandonarti a dannose e improduttive attività di spam.

Far diventare il gruppo a pagamento

Nel caso di un brand molto forte (ad esempio, coloro che offrono servizi di assistenza per  software specifici) si può pensare anche a offrire corsi a pagamento, non rivolti quindi a una generalità di persone ma soltanto ad una nicchia ristretta.

SI può dare l’accesso esclusivamente a chi decide di aderire al gruppo, gestendo però tutta la fatturazione dall’esterno e utilizzando facebook come piattaforma sulla quale integrare i propri servizi.

I gruppi facebook si possono sponsorizzare?

Al momento tramite alcune tecniche è possibile sponsorizzarli.

Se gestisci delle pagine Facebook abbastanza seguite puoi approfittare della forza comunicativa dei video per catturare l’attenzione di un bacino di persone molto consistente.
Le immagini e i video sono tra le forme di contenuti più irresistibili e per questo sono molto adatti a catturare l’attenzione dei follower normalmente distratti dalla fila infinita di contenuti dello stream.

Piattaforme come Facebook Watch permettono di ospitare video su sport, intrattenimento, serie tv ecc. e di guadagnare in base ai click ottenuti.

Far diventare il gruppo facebook una parte del funnel

Se non monetizzi con contenuti presenti direttamente su Facebook ma con il tuo blog (ad esempio vendendo servizi o con circuiti di affiliazione), puoi servirti dei gruppi Facebook per raggiungere un’ampia platea, premurandoti di rendere evidente il valore che offri e spiegare agli utenti perché dovrebbero visitare il tuo sito per approfondire.

Questi sono soltanto alcuni dei suggerimenti che ti offro per vendere su Facebook. Se tu hai delle idee ancora migliori, parliamone qua sotto!